Festival delle Generazioni oltre le frontiere

Il Festival delle Generazioni si apre giovedì 13 ottobre a Firenze con gli ospiti Michele Ainis, Alessandro Rosina, David Riondino e Teresa De Sio. È incentrata sul tema delle migrazioni la prima giornata del Festival, organizzato a Firenze da giovedì 13 a sabato 15 ottobre da Fnp, il sindacato dei pensionati della Cisl. Cinquemila gli over 60 attesi in città. Insieme a loro anche figli e nipoti, per un confronto su “Oltre le frontiere: generazioni e culture” in compagnia di filosofi, artisti, economisti, giornalisti, uomini e donne dello sport, dello spettacolo, delle istituzioni e della cultura.

Inaugurazione alle 15.30 al teatro Verdi di via Ghibellina 9, con l’assessore all’Istruzione della Regione Toscana, Cristina Grieco; l’assessore all’Accoglienza e all’integrazione del Comune di Firenze, Sara Funaro; e Mauro Scotti, segretario regionale di Fnp-Cisl. In platea faranno incursione anche 30 attori, acrobati e musicisti della compagnia Venti Lucenti per la performance poetica “Confini”. Poi si entra nel vivo del programma con l’incontro “Oltre le frontiere”, in cui si discute di accoglienza, solidarietà, integrazione e flussi demografici con il costituzionalista Michele Ainis, la sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini, la studentessa Erasmus Abigail Rodríguez Romero, il demografo Alessandro Rosina, la scrittrice Igiaba Scego e il giornalista e scrittore Roberto Sommella. Coordina il vicedirettore di La7, Andrea Pancani. Alle 18, dopo una nuova performance di Venti Lucenti in piazza della Signoria, alla Sala d’Arme di Palazzo Vecchio si apre la mostra multimediale “Oltre le generazioni: tra vita quotidiana e futuri condivisi”, un mosaico di videoracconti di bambini, ragazzi, adulti, nonni e bisnonni d’Italia, raccolti da Pinerolo a Palermo. L’allestimento, a cura di Lorenzo Garzella e Filippo Macelloni, realizzato da Nanof e Acquario della Memoria in occasione dei vent’anni di Anteas (Associazione nazionale tutte le età attive per la solidarietà), potrà essere visitato fino a domenica 16 ottobre. E alle 18.30, in “Racconti di generazioni”, gli attori David Riondino e Marta Rizi saranno chiamati a interagire con le immagini della mostra e con le voci dei grandi della letteratura, del cinema e della musica.

Alle 17, da piazza Santa Croce, parte il Migrantour alla scoperta di alcuni luoghi della città da sempre teatro di crocevia culturali. Guide d’eccezione sono nuovi cittadini, provenienti da ogni parte del mondo. L’escursione, a cura di Oxfam Italia, termina alle 19.30 ed è gratuita, previa iscrizione online sul sito del Festival. Sempre in piazza Santa Croce, dalle 15.30 fino alle 20, tutti i giorni fino a sabato, ci sono i 10 gazebo di “Il dono delle idee”, dove giovani e anziani possono scambiarsi conoscenze su alimentazione, orientamento, tecnologia, social network, lavoro, salute, diritti e volontariato.

Sempre alle 17, la Sala storica della biblioteca delle Oblate in via dell’Oriuolo ospita la giornalista e scrittrice Lia Celi e lo storico Andrea Santangelo, che danno il via al primo laboratorio della rassegna a cura di Marco Stancati “Il futuro è già ieri”, con la “Storioterapia”, un metodo per imparare dalla storia a vivere meglio. Protagonista Caterina de’ Medici, regina del gusto e machiavellica donna di potere, a cui si devono la forchetta, il gelato, la lingerie e la moderna profumeria.

La prima giornata del Festival delle Generazioni si chiude con due eventi speciali: il primo è la Firenze Marathon per le Generazioni, passeggiata ludico motoria per il centro storico, con partenza da piazza Santa Croce alle 20, in collaborazione con Universo Sport e Training Consultant Fulvio Massini. Alle 21, invece, al cinema Odeon si parla di “Migranti di ieri e di oggi” con l’inviato speciale di La Stampa, Domenico Quirico, la firma del Corriere della Sera, Gian Antonio Stella, e la sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini. A seguire, lo spettacolo musicale “Una notte a Little Italy”, un racconto per parole, immagini e musica sull’emigrazione italiana di inizio Novecento negli Stati Uniti: con lo scrittore Francesco Durante, l’attore Tony Laudadio e la partecipazione speciale della scrittrice e musicista folk Teresa De Sio.

Fino a sabato 15 ottobre, il Festival delle Generazioni prevede più di ottanta appuntamenti con oltre 150 ospiti. In programma spettacoli teatrali, live show, incontri su salute, scuola, lavoro, memoria, scienza e ricerca, lezioni magistrali, tavole rotonde e laboratori di arte e tecnologia. Tutti gli appuntamenti del Festival delle Generazioni sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito o direttamente alla biglietteria in piazza della Repubblica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.