L’Amiata Piano Festival festeggia 15 anni con un grandioso programma di concerti

Quindici concerti per festeggiare i suoi primi quindici anni di vita. L’Amiata Piano Festival, fondato e diretto dal pianista Maurizio Baglini, festeggerà l’anniversario al Forum Bertarelli: uno spettacolare auditorium da 300 posti costruito in cima a un colle a Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto) e circondato da filari di viti e ulivi a perdita d’occhio.
Sostenuto dalla Fondazione Bertarelli, l’Amiata Piano Festival prenderà il via sabato 1 giugno 2019 e proseguirà sino al 7 dicembre, spaziando da Mozart a Schumann, da Ravel a Messiaen, da Nino Rota a Sting.

Sul palco celebri solisti, ben quattro orchestre, tre quartetti d’archi, due ensemble di musica antica e barocca e alcune giovani stelle del concertismo.
Dal suo esordio, nel 2005, l’Amiata Piano Festival negli anni è cresciuto, si è consolidato, ha ottenuto il plauso della critica specializzata e oggi è uno dei più apprezzati festival europei, con quasi duecento concerti e migliaia di spettatori provenienti da tutto il mondo.

“Sono partito da zero e all’inizio mi davano del pazzo — commenta Maurizio Baglini — perché non sembrava possibile attrarre pubblico per la ‘classica’ in un territorio meraviglioso dal punto di vista naturalistico, ma fuori dai tradizionali circuiti turistici e musicalmente vergine. Sono orgoglioso che il festival sia cresciuto al punto da rendere necessaria la costruzione di un auditorium da trecento posti. Questo mi ha permesso di ospitare anche le orchestre, quest’anno addirittura quattro, una per ciascuna tranche del festival. Ringrazio la violoncellista Silvia Chiesa, straordinaria compagna di musica e di vita, che in qualità di artista residente condivide con me la responsabilità di questa appassionante sfida artistica”.

Originalità dei programmi ed eccellenza degli interpreti sono le note caratteristiche della rassegna, ma il pubblico apprezza anche la piacevole atmosfera delle serate e la tradizionale degustazione dei vini ColleMassari, offerta al pubblico durante l’intervallo dei concerti.

Sul palco del Forum quest’anno saranno di scena: i pianisti Maurizio Baglini, Finghin Collins, Sandro De Palma, Thierry Huillet, Simone Soldati; i violinisti Clara Cernat, Gabriele Pieranunzi, Guido Rimonda, Sonig Tchakerian; la violoncellista Silvia Chiesa; i flautisti Andrea Griminelli, Massimo Mercelli; il clarinettista Gabriele Mirabassi; il chitarrista Giampaolo Bandini; Cesare Chiacchiaretta, bandoneon; i soprani Nika Gorič, Eleonora Contucci; i compositori Silvia Colasanti, Azio Corghi, Salvatore Sciarrino; i critici musicali Sandro Cappelletto, Guido Barbieri; l’attore Omero Antonutti; i giovani solisti Damiano Barreto, violino, Alessandro Acqui, viola, Ludovica Rana, violoncello; Quartetto Guadagnini, Quartetto Henschel, Quartetto della Scala; gli ensemble Lautten Compagney, diretto da Wolfgang Katschner, e Theatrum Instrumentorum, diretto da Aleksandar Sasha Karlić; Camerata Ducale, Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius, Orchestra della Toscana diretta da Manlio Benzi, Roma Tre Orchestra diretta da Massimiliano Caldi.

AMIATA PIANO FESTIVAL 2019 – FORUM FONDAZIONE BERTARELLI
Poggi del Sasso (Cinigiano, Grosseto)
Inizio concerti alle 19

CONCERTO ANTEPRIMA
SABATO 1 GIUGNO
Nino Rota, Soirée per Due
Orchestra della Toscana diretta da Manlio Benzi
Silvia Chiesa violoncello; Maurizio Baglini pianoforte
Schubert (Ouverture nello stile italiano in do maggiore D. 591), Rota (Concerto per violoncello e orchestra n. 2, Concerto soirée per pianoforte e orchestra), Schubert/Webern (Sei danze tedesche D. 820)

BACCUS
GIOVEDI’ 27 GIUGNO
Tre solisti per Haydn
Camerata Ducale
Maurizio Baglini pianoforte; Silvia Chiesa violoncello; Guido Rimonda violino e direttore
F. J. Haydn (Concerto in do maggiore per violino e archi n. 1 Hob. VIIa:1, Concerto in fa maggiore per violino, pianoforte e archi Hob. XVIII:6, Concerto in sol maggiore per pianoforte e orchestra Hob. XVIII:4, Concerto in re maggiore per violoncello e orchestra n. 2 Hob. VIIb:2)

VENERDI’ 28 GIUGNO
Carmina Burana
Theatrum Instrumentorum diretto da Aleksandar Sasha Karlić
Carmina Burana, anonimo XII‐XIII sec. (Carmina moralia, Carmina veris et amoris, Carmina lusorum et potatorum, Carmina divina)

SABATO 29 GIUGNO
Notte trasfigurata
Sonig Tchakerian violino I; Damiano Barreto violino II; Alfredo Zamarra viola I; Alessandro Acqui viola II; Silvia Chiesa violoncello I; Ludovica Rana violoncello II
Tchaikovsky (Souvenir de Florence op. 70), Schoenberg (Verklärte Nacht op. 4)
In collaborazione con Associazione Musica con le ali, Fondazione Stauffer di Cremona e Accademia di Santa Cecilia

DOMENICA 30 GIUGNO
Viaggio in Europa
Simone Soldati pianoforte; Quartetto del Teatro alla Scala; Sandro Cappelletto voce recitante Boccherini (Quintetto per pianoforte e archi in mi minore op. 57 n. 3 G. 415), Mozart (Quartetto per archi n. 1 in sol maggiore K. 80 “di Lodi”), Beethoven (Quartetto per archi n. 16 in fa maggiore op. 135)

EUTERPE
GIOVEDI’ 25 LUGLIO
Bach: Passione secondo Pasolini
Orchestra Roma Tre diretta da Massimiliano Caldi
Silvia Chiesa violoncello; Maurizio Baglini pianoforte; Massimo Mercelli flauto; Omero Antonutti voce recitante; Nika Gorič soprano; J. S. Bach (Concerto brandeburghese n. 2 in fa maggiore BWV 1047, Concerto per pianoforte e
orchestra n. 7 in sol minore BWV 1058), Bacalov (Variazioni sul tema “El choclo” di Ángel Villoldo), Corghi (“…Tra la carne e il cielo” da Pier Paolo Pasolini)

VENERDI’ 26 LUGLIO
Boléro
Clara Cernat violino; Thierry Huillet, Maurizio Baglini pianoforte
Enescu (Pastorale, menuet triste et nocturne per pianoforte a quattro mani e violino), Saint‐Saëns (Danse macabre op. 40, trascr. per pianoforte a quattro mani e violino di Huillet), Ravel (Boléro, trascr. per pianoforte a quattro mani e violino di Huillet), Huillet (Buenos Aires per violino e pianoforte), Gershwin (Rhapsody in Blue, trascr. per violino e pianoforte di Huillet)

SABATO 27 LUGLIO
“Aria”
Sandro De Palma pianoforte; Quartetto Guadagnini
Colasanti (Aria per pianoforte e quartetto d’archi), W. A. Mozart (Quartetto per archi n. 19 in domaggiore “Delle dissonanze” K. 465), Franck (Quintetto per pianoforte e archi in fa minore)

DOMENICA 28 LUGLIO
Tango a tre
Giampaolo Bandini chitarra; Cesare Chiacchiaretta bandoneon; con la partecipazione di Silvia Chiesa violoncello
Piazzolla (Bandoneon, Ave Maria, Zita, Fuga y misterio, Invierno porteño, La muerte del angel, Oblivion, Libertango), Villoldo Arroyo (El choclo), Brouwer (La Folia a traves de los siglos), Pujol (Nubes de Buenos Aires)

DIONISUS
GIOVEDI’ 29 AGOSTO
Variazioni d’autore
Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius
Maurizio Baglini pianoforte; Silvia Chiesa violoncello; con la partecipazione di Salvatore Sciarrino; Tchaikovsky (Suite n. 4 op. 61 “Mozartiana”, Variazioni su un tema rococò per violoncello e orchestra op. 33), W. A. Mozart (Concerto per pianoforte e orchestra n. 24 in do minore K. 491,cadenza di Sciarrino), Respighi (Adagio con variazioni per violoncello e orchestra)

VENERDI’ 30 AGOSTO
Notturno al pianoforte
Finghin Collins pianoforte; con la partecipazione di Maurizio Baglini
W. A. Mozart (Sonata per pianoforte n. 11 in la maggiore K. 331, Sonata per due pianoforti in re maggiore K. 448), Field (Notturni n. 5 in si bemolle maggiore, n. 10 in mi minore), Chopin (Notturni op. 48), Berg (Sonata per pianoforte op. 1), Brahms (Quattro pezzi per pianoforte op. 119)

SABATO 31 AGOSTO
La musica si fa in quattro
Quartetto Henschel
Ravel (Quartetto per archi in fa maggiore), Schumann (Quartetto per archi n. 3 in la maggiore op. 41 n. 3), Ginastera (Quartetto per archi n. 1 op. 20)

DOMENICA 1 SETTEMBRE
Un flauto a Hollywood
Andrea Griminelli flauto; Maurizio Baglini pianoforte
Donizetti (Sonata per flauto e pianoforte), Morricone (“American Themes” Medley dai film “C’era una volta in America”, “C’era una volta il West”, “Il buono, il brutto, il cattivo”, Medley dal film “Mission”), Sting (Fragile), Rota (Medley dai film “Il padrino”, “Romeo e Giulietta”, “8 ½”), Chaminade (Concertino op. 107), Borne (Fantasia brillante su “Carmen”)

CONCERTI DI NATALE
VENERDI’ 6 DICEMBRE
Händel in Italia
Lautten Compagney diretti da Wolfgang Katschner
Eleonora Contucci soprano Corelli (Sonata a tre in re minore op. 3 n. 5), Händel (Haec est Regina virginum, antifona HWV 235, Agrippina condotta a morire, cantata HWV 110, Sonata a tre in sol minore HWV 393, Salve Regina
HWV 241), Merula (No, no ch’io non mi fido), Cavalli (Canzon à 3)

SABATO 7 DICEMBRE
Musica alla fine del Tempo
Gabriele Pieranunzi violino; Silvia Chiesa violoncello; Gabriele Mirabassi clarinetto; Maurizio Baglini pianoforte; Guido Barbieri voce recitante
Messiaen (Quatuor pour la fin du temps)

Le prevendite dei biglietti sono disponibili sul Circuito regionale BoxOffice.  Per info e acquisti 055/210804 e http://www.boxofficetoscana.it; tickets@amiatapianofestival.com Tel + 39 339 4420336 (Lun – Ven 9.30 – 12.30 e 15.30 – 18.30 e nei giorni dei concerti).
COSTO DEI BIGLIETTI
Gratis per bambini sotto i 12 anni

€ 25 unico
Il biglietto comprende la degustazione dei vini della Cantina di Collemassari

Concerti di Natale
€ 40 unico
Il biglietto comprende la cena a buffet presso il Forum Fondazione Bertarelli. I biglietti per i Concerti di Natale saranno in vendita dal 1 agosto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.