Jazz & Wine in Montalcino: eccellenze della musica e del vino sotto le stelle

Appena ho visto il manifesto, stupendo, di Jazz & Wine in Montalcino ho pensato che non poteva che essere opera di Francesco Poroli, artista che adoro. E infatti lo è. Milanese, illustratore, designer, Poroli firma famose campagne pubblicitarie e lavora con prestigiosi marchi dell’editoria. “A questo giro il brief era particolarmente facile”, ammette lui stesso sui social. Ma il rischio di cadere nella banalità non è forse in agguato proprio quando gli ingredienti sono facili? Estate, campagna toscana, un bicchiere di Brunello e musica in una notte stellata si esaltano nel rosso e nel blu. La magia inizia dalla creatività di Poroli per accompagnarci in sei eventi da non perdere. L’apertura del festival Jazz & Wine in Montalcino, martedì 20 luglio, è affidata a Stefano Bollani Trio. Tra le mura medioevali della Fortezza di Montalcino, il poliedrico pianista, artista eclettico e geniale torna a Jazz & Wine dopo 13 anni di assenza. Dopo il grande successo di “Via Dei Matti Numero 0” – il programma che ha portato su Rai3 insieme con la moglie Valentina Cenni– e aver realizzato la colonna sonora del film che Rai1 ha dedicato a Renato Carosone, Stefano Bollani torna a dedicarsi ai suoi acclamatissimi live. Ad accompagnarlo non solo l’immancabile pianoforte, ma due grandi musicisti: il contrabbassista Gabriele Evangelista e il batterista Bernardo Guerra che hanno seguito Bollani nel programma tv, ma anche in alcuni dei suoi più prestigiosi concerti. Insieme daranno vita a un concerto unico dove l’unica regola è divertirsi a improvvisare per vedere fin dove si può arrivare lasciandosi guidare dalle note perché alchimia, gioia e condivisione sono alla base del loro incontro artistico unico. La XXIV edizione Jazz & Wine in Montalcino che, con la direzione artistica di Paolo Rubei, nasce dalla collaborazione tra l’azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma e il Comune di Montalcino, proseguirà fino al 25 luglio trasformando il bellissimo borgo toscano in una capitale del grande jazz.
Mercoledì 21 luglio, Castello Banfi ospiterà Stefano Di Battista con il suo “Morricone Stories”, tributo a Ennio Morricone, uno dei maestri che hanno portato il genio italiano nel mondo. Un progetto che sigla il matrimonio perfetto tra jazz e musica da film e che vede a fianco del sassofonista Stefano Di Battista il pianista Fred Nardin, il contrabbassista Daniele Sorrentino e il batterista André Ceccarelli. Sempre a Castello Banfi si terrà l’appuntamento di giovedì 22 luglio con “Improvvisazione di piano solo”, lo spettacolo in cui Danilo Rea, uno dei più grandi pianisti italiani, spazierà dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera, proiettando gli spettatori in un mondo le cui strade sono ancora tutte da scoprire. Swing, swing e ancora swing: venerdì 23 luglio nella Fortezza di Montalcino arriva Emanuele Urso, il “Re dello Swing” con il Sestetto Swing di Roma (Emanuele Urso, clarinetto/batteria/direzione; Claudio Piselli, vibrafono; Emanuele Rizzo, pianoforte; Fabrizio Guarino, chitarra; Alessio Urso, contrabbasso; Giovanni Cicchirillo, batteria). Un viaggio che parte dalle sonorità statunitensi degli anni ’40 per arrivare ai maggiori compositori della musica leggera americana (Gershwin, Kern, Porter, IBerlin, Goodman) e che si avvale della presenza di uno special guest d’eccezione come Lorenzo Soriano alla tromba. Il binomio musica e cinema sarà protagonista dell’appuntamento di sabato 24 luglio, quando, sul palco della Fortezza di Montalcino l’orchestra Observatorium composta da alcuni dei migliori musicisti del jazz italiano e diretta da Massimo Nunzi (tromba, direzione e arrangiamenti) proporrà “Jazz in Cinemascope”, un concerto che esplorando le partiture di alcuni celeberrimi film, permetterà di ascoltare musiche di grande complessità, rarissimamente eseguite. La ventiquattresima edizione di Jazz & Wine in Montalcino chiude domenica 25 luglio con la chitarra di Alex Britti che porterà il suo straordinario talento nella Fortezza di Montalcino in uno spettacolo che prevede la rivisitazione del suo repertorio in chiave più intimista, elegante e incalzante allo stesso tempo. Con lui sul palco Flavio Boltro, trombettista eclettico e raffinato. Un incontro tra due musicisti complici e affiatati per un progetto all’insegna dell’improvvisazione dal sapore blues e jazz, che si arricchisce del talento di Davide Savarese alla batteria, Emanuele Brignola al basso e Mario Fanizzi al pianoforte e tastiere. Tutti gli spettacoli di Jazz & Wine in Montalcino avranno inizio alle ore 21.45. Informazioni e prenotazioni: Vivaticket.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.