Irene Blundo

Giornalista e scrittrice, ha lavorato per 17 anni al quotidiano QN-La Nazione. Attualmente collabora con riviste (Storia e storie di Toscana) e web magazine. Di libri, cinema, musica, arte e spettacoli parla nel suo blog Oblò sulla cultura.

Dal 2021 segue l’ufficio stampa dell’Accademia Mutamenti, compagnia di teatro e factory di progetti artistici con basi a Grosseto e a Milano. Dall’estate 2022 segue l’ufficio stampa della Fondazione Luciano Bianciardi, nell’anno del Centenario.

Nel 2015 ha pubblicato il Millelire di Stampa Alternativa “Bianciardi d’essai”. Nel 2016, per Laurum editrice, ha scritto “Grosseto nel fango. 50 anni dall’alluvione dei dimenticati”. Dello stesso anno è “L’alambicco e la bambina”, dedicato al maestro distillatore Priscilla Occhipinti.

Nel 2019 a Pisa le è stato assegnato il Premio Europa per la sua “instancabile attività per la promozione della cultura e della letteratura in particolare”.

Nel 2019 è uscito, sempre con Laurum, “Mare di conchiglia”: raccolta di 14 racconti con cui ha vinto il Premio speciale Cultura del territorio al concorso letterario nazionale “Amori sui generis”. Nel 2020 ha pubblicato il suo primo romanzo, “La ragazza con il vento tra i capelli”, che rappresenta anche la sua prima esperienza nel self-publishing.

Laureata con lode in Lingue e letterature straniere all’università di Siena, appassionata lettrice, Irene Blundo ha curato rubriche di recensioni di libri, di cui continua a occuparsi. Nel ruolo di editor, ha lavorato ad alcune pubblicazioni di Stampa Alternativa.

Nel 2020 ha frequentato il corso di scrittura dell’autrice e filosofa Ilaria Gaspari alla Scuola Holden di Torino.

A giugno 2022 è uscito il suo nuovo romanzo: “Il sale addosso”, seguito de “La ragazza con il vento tra i capelli”.


SERVIZI

  • EDITING
  • PROGETTAZIONE NARRATIVA
  • CORREZIONE BOZZE
  • LEZIONI DI SCRITTURA CREATIVA

SEGUIMI